Etimologicamente, il termine “logistica” deriva dal greco “logistikos”, che significa “che ha senso logico”, a sua volta derivato da “lògos”, ovvero “parola”, “ordine”. Da “lògos” deriva anche “logica”, che si ricollega a sua volta al concetto di “ordine”.

All’inizio questo termine è stato impiegato in ambito militare per indicare l’organizzazione dei vettovagliamenti per le truppe. Tuttavia, oggi il concetto si è ampliato ed esteso anche al settore economico e industriale, assumendo un significato più complesso rispetto al passato. Infatti, la logistica non può essere ridotta al semplice processo di trasporto merci, poiché si occupa dell’approvvigionamento delle materie prime e dei pezzi, del loro stoccaggio all’interno del magazzino e del rifornimento all’interno dei reparti. Contemporaneamente si occupa dell’imballaggio della merce e del suo trasporto attraverso la rete distributiva. Ognuno di questi processi va a influire inevitabilmente sugli altri. In un regime di forte concorrenza come quello attuale, il successo o l’insuccesso imprenditoriale di un’azienda dipende dall’attenta pianificazione della logistica.Pertanto, non esiste una definizione precisa e permanente di logistica, in quanto così come cambiano i sistemi produttivi, cambiano anche i sistemi logistici e, con essi, lo stesso significato di logistica. In particolare, l’Associazione Italiana di Logistica afferma che:
«La logistica è l’insieme di tutti quei processi di ordine organizzativo, gestionale e strategico, interni ad un’azienda, dalla fornitura alla distribuzione finale dei prodotti».

Invece, secondo il Council of Logistics Management la definizione è più ampia:«La logistica è il processo di pianificazione, implementazione e controllo dell’efficiente ed efficace flusso e stoccaggio di materie prime, semilavorati e prodotti finiti e delle relative informazioni dal punto di origine al punto di consumo con lo scopo di soddisfare le esigenze dei clienti».
In entrambi i casi, risulta evidente che la logistica non comprende solamente il trasporto merci e, a seconda del processo di cui si occupa, è possibile distinguere tra diversi tipi di logistica:

  • logistica in ingresso o logistica in entrata, che si occupa della gestione del magazzino, curando i rapporti con i fornitori e verificando le scorte di materie prime e pezzi;
  • logistica interna, che riguarda le operazioni di smistamento di materiali, personale o informazioni all’interno dei rispettivi reparti al fine di consentire la regolare produzione;
  • logistica distributiva o logistica dei trasporti, che si occupa della gestione della rete di distribuzione della merce, secondo gli accordi intercorsi fra l’azienda e il cliente;
  • logistica di ritorno o logistica inversa, che si occupa del recupero dei resi, del loro trasporto e dello smistamento.

Al fine di ottimizzare i processi e ridurre i costi, una logistica integrata deve tenere conto di tutti questi aspetti.